STAGIONE 25
 













SERIE VIII.398

TAll Blacks 050:0
TCariocass5:2
CMaradona-104:2
TFlorentia Imperiale3:3
CLeoartu5:0
TLeoartu7:1
CFlorentia Imperiale2:2
TTrinidad de Cuba5:0
CCariocass1:2
CAaegli5:0
TOldflag3:1
CGasolina8:1

CLASSIFICA

1Tøftinghia28
2Cariocass28
3Florentia Imperiale26
4Trinidad de Cuba23
5Gasolina22
6Leoartu11
7Oldflag11
8Aaegli8

ROSA

#GiocatoreEtàPrRt
1E.Pastore294-7
2N.Kotromagias21122
3L.Modica20111
4N.Modenesi175 
5D.Bartenwerffer28104
6H.Åkerdahl17  
7D.Rivaben18123
8G.Arfè19105
9L.Grazioso2321
10M.Schiavone21127
11G.De Maio211115
12I.Attico208-7
13M.Pongrácz2091
14A.Piana1872
15E.Dusi251 
16F.Blugaro2394
17B.Herrera17  
18A.Gunnarsson2761
19M.Regolin21  
20V.Montalto20  
23W.Maan1712
30C.Gabmayer243 
--V.Francisco21  
--G.Modafferi24  
--M.Bacchin31  
--A.Panzeri17  
All. G.Lawrance

14.05.2005 - PRIMA SETTIMANA DI MERCATO

Trafficato giorno di arrivi e partenze alla Tøfting & Pelussi Arena: a ricevere la divisa dei "tosaerba" sono i due nuovi acquisti conclusi in settimana.
Dalla Svezia arriva il 25enne regista Benny Linblad, acquistato da CNL per 34.000 €, pronto a rimpiazzare Alberto Piana, 18enne jolly difensivo autore di 7 presenze e 2 reti in stagione, che si trasferisce per 21.000 € ai Portoghesi di Arrebimbomalho, recenti vincitori della locale Settima serie. E in Portogallo giocherà anche Anders Gunnarsson, centrocampista offensivo da ricordare come primo storico acquisto di Tøftinghia, protagonista in 6 gare, l'ultima delle quali marcata dal suo unico gol in stagione.
Aukusti Peura, 25enne portiere Finlandese prelevato da FC Mokka per 21.150 €, si propone invece come estremo difensore esperto e referenziato, in vista della difficile stagione di Settima serie.
Intanto, ai microfoni di una trasmissione radiofonica locale, il presidente Onafets Ilozzir ha tracciato un bilancio molto positivo della prima stagione di Tøftinghia, sottolineando la stima per mister Lawrance e garantendo almeno altri due acquisti in grado di offrire alla squadra un salto di qualità.

07.05.2005 - CAMPIONI!

Otto (di Tøftinghia) per spazzare via Gasolina, quattro (di Cariocass) per bocciare Florentia e volare in Settima. Mister Lawrance arriva in sala stampa ed è ancora fradicio per il fustone di Gatorade che da tradizione i giocatori gli hanno rovesciato addosso al fischio finale. «Il migliore epilogo che ci potessimo aspettare: davanti ad uno stadio stupendamente pieno abbiamo subito sbrigato la pratica per la promozione, poi quando le radioline hanno gracchiato il sorpasso su Florentia e la vittoria del girone, la festa è stata completa.»
Lo spogliatoio è un'orgia di gavettoni e bottiglie di spumante, arriva De Maio che infila il rubinetto di una doccia nei pantaloni del tecnico ed apre il getto al massimo. Trionfo nel trionfo, la palma di capocannoniere e un poker servito sul tavolo di Gasolina: «Minchia, che sballo! Ops, siamo in diretta? Chiedo scusa, volevo dire "minchia che bello"...»

03.05.2005 - NEMO PROFETA IN PATRIA

Con la testa ed i titolari già alla gara che deciderà la stagione, il I Torneo Città di Bologna inizia con l'1:2 interno con Dinamo Corviale.
Se Mister Lawrance è apparentemente disinteressato, parla Benjamín Herrera, autore dell'effimero vantaggio: «Hola, yo non soy marinero, soy capitàn, soy capitàn!» Veramente il capitano sarebbe Pastore... «Que tal cabròn!»

30.04.2005 - IL CUBO, DI KUBRICK

A nessuna delle prime tre sfugge la vittoria e ora, a 90 minuti dalla fine della stagione, il campionato per Tøftinghia diventa un incrocio di combinazioni con il risultato dello scontro diretto fra Florentia e Cariocass, a patto che l'ultima sfida con Gasolina non inceppi la corsa del triciclo di mister Lawrance lungo quell'oscuro corridoio che si è rivelato essere questo girone di Ottava.
Tranquillizzati dalla migliore differenza reti frutto dell'attacco più prolifico, bisognerà gabbare i tre punti per garantirsi l'ascesa, ed in quel caso se Florentia non vince, sarebbe anche prima posizione. Con un pareggio si passa solo se Florentia non perde e anche con una sconfitta, abbinata a quella dell'inseguitrice Cariocass, si guadagnerebbe una sofferta Settima.
E mister Lawrance infila furtivo la mano nei pantaloni.

19.04.2005 - HABEMUS REGISTAM

Nel giorno della nomina di un Papa Tedesco, il centrocampo di Tøftinghia saluta l'arrivo di un suo conterraneo: Clement Gabmayer, 24enne interno pagato una cifra record.
«Se sbaglio un passaggio mi corigerete» esordisce timido ed enciclopedico nella presentazione alla stampa. «Questo lo vedremo», incalza coach Lawrance. E prosegue: «Clement arriva per consolidare il centrocampo in vista del rush finale, che nel nostro girone è da tempo infuocato. Quale che sia l'esito finale, sarà un perno della mediana della prossima stagione.» L'arrivo di Gabmayer significherà la partenza di Arfè? Mister Lawrance non ha dubbi: «Col cazzo!»

16.04.2005 - CARIOCASS... TIGATI PER LA PRIMA VOLTA

È amareggiato ma combattivo mister Lawrance dopo la prima sconfitta, un 1:2 interno con Cariocass che rigetta Tøftinghia nel cuore della bagarre per la promozione: «Abbiamo pagato a caro prezzo l'infortunio di Arfè: non è bastato rinforzare il centrocampo con Modenesi e anche se di poco, è lì che siamo stati inferiori e abbiamo perso la gara.» Sui prossimi 270 minuti di fuoco: «Quello che volevamo evitare era di giocarci la promozione all'ultima giornata in uno scontro diretto ma dubito che ora sarà possibile, visto che oggi ci siamo fatti recuperare ogni vantaggio sulle terze. Sabato si affronteranno Florentia e Gasolina (l'ex Praga82 - ndr) e noi ospiteremo l'ultima in classifica, dobbiamo rimetterci in moto fin da subito.»

09.04.2005 - UNA "MAAN" DAL CIELO

Il giovanissimo Wolter Maan non ha neanche fatto in tempo a digerire il succo di frutta offerto sul volo che dall'Olanda lo ha portato a Bologna che subito è stato buttato in campo per sostituire lo squalificato De Maio e la risposta non si è fatta attendere. Al quarto d'ora aveva già infilato per due volte il portiere di Trinidad, spianando la strada per una vittoria agevole e serena.
Le sue parole all'uscita dal campo: «I need a toilet! It's ten hours I don't piss! Damn complimentary juice!»

02.04.2005 - TØFTINGHIA-FLORENTIA IMPERIALE 2:2

Nella continua ammucchiata a ridosso dei due posti buoni per il salto di categoria, arriva il terzo brodino di stagione, il secondo contro la squadra con lo stesso nome di una zuppa. E se la Zuppa Imperiale è a base di Parmigiano, quello di oggi è un pareggino, un rallentamento per Tøftinghia che ora è attesa dallo spareggio promozione contro Maradona, senza poter contare su De Maio e Pongrácz, appiedati dal giudice sportivo.

26.03.2005 - BIS, LA GENTE VUOLE SOLO BIS

Dopo il 5:0 dell'ultima di andata, il girone di ritorno si apre con la seconda parte di grandinata su Leoartu ed il raggiungimento della prima posizione, complice la contemporanea sconfitta di Florentia.
Torna in campo Arfè, torna al gol Schiavone, ma il protagonista è Domenic Bartenwerffer, una doppietta per lui: «Ya, io molto contento, io subire uno ciancicamento di caviglia a inizio gara, ya, ma resistere e ciocare bene. Gol merito di allenatore che mi mette da terzino, ya, e io ciocare più libero di andare a fare gol.»

19.03.2005 - TØFTINGHIA-LEOARTU 5:0

Poteva essere una strage. L'infortunio di Arfè in settimana ed il rigore sbagliato da Blugaro dopo soli 4 minuti, invece è stata una pioggia di gol.
Dalle parole di mister Lawrance traspare soddisfazione: «Un'ottima gara, in cui l'aver concesso zero occasioni a Leoartu ci ha permesso di attaccare con più uomini. Così sono arrivati i gol di Modica e Pongrácz.» L'inserimento di Attico e Rivaben al centro le intuizioni decisive? «Naturalmente! No, aspetti. In realtà è tutto nato da un malinteso. Stavamo discutendo delle ferie quando mia moglie mi ha proposto di affittare un attico a Rivabella, magari in centro. Io come al solito fingevo di ascoltarla ma pensavo alla partita e ho capito "Attico e Rivaben al centro".»

12.03.2005 - FLORENCE CAN YOU HEAR ME?

Giovanni De Maio, il re delle rimonte, soprannominato dalla curva Giovanni Re Magio, racconta la sua doppietta allo scadere: «E pensare che fra i due gol ne ho sbagliato un altro, molto più facile, a tu per tu con il portiere dopo quella palla rubata a Roque González!» E quell'urlo sotto la curva di casa? «Eh, c'è una canzone degli Smash Mouth che dice "Florence, riesci a sentirmi?" e in qualche modo ho cercato di far sapere ai tifosi della Florentia che noi non avremmo accettato di perdere questa partita.»

05.03.2005 - LA PARTITA DEI SENSI

Si lancia in un'analisi sensoriale mister Lawrance, dopo l'incredibile vittoria che proietta la sua squadra ad un solo punto dalla zona promozione: «La definirei la partita dei sensi. Nel primo tempo siamo stati inermi a guardare, nell'intervallo i ragazzi hanno ascoltato i miei sbraiti nello spogliatoio e nella ripresa siamo riusciti a prendere e poi colpire gli avversari; nel complesso la gara è stata schizofrenica e la nostra prestazione rivedibile, ma ottimo lo spirito che ci ha permesso di rimontare.»

26.02.2005 - CARIOCASS-TØFTINGHIA 2:5

«Andare due volte in svantaggio avrebbe potuto mandarci in confusione e farci smarrire la superiorità tecnica, invece abbiamo sempre giocato con razionalità, trovando cinque gol e sfiorandone almeno altri tre.» Queste le parole di mister Lawrance alla prima vittoria, guidata dalla tripletta di De Maio. L'allenatore prosegue: «Si, schierare fin da subito la nuova coppia difensiva è stato un azzardo, ma in fin dei conti non dovevano far altro che impedire agli avversari di segnare. De Maio? La sua intesa con Schiavone è una dote notevole per questa squadra.»

25.02.2005 - ALL'ATTACCO CON LA DIFESA

Arrivano in un solo colpo i due rinforzi tanto attesi in difesa: Mihály Pongrácz, 20enne Ungherese e Domenic Bartenwerffer, 28enne Svizzero, si propongono come la coppia centrale già per l'imminente gara di sabato nel Lazio.
Mister Lawrance spiega: «Ci siamo mossi sul mercato con pazienza ma anche determinazione, rifiutando le più spudorate aste al rialzo e seppur spendendo una cifra ragionevole nell'insieme, credo che questi due giocatori possano comporre una valida coppia sia nell'immediato che in futuro. In particolare riponiamo molta fiducia in Mihály, che costituisce un investimento per la difesa del domani. Inoltre - prosegue l'allenatore Australiano - con l'ingaggio di Attico, che andrà a fare il secondo di Pastore, il nostro mercato si può dire chiuso in attesa delle risposte sul campo.»

22.02.2005 - TOC TOC TOC. KIBBUTZ (TRE VOLTE)?

Il commento di mister Lawrance all'amichevole in Israele con l'AC Tayfun che ha segnato il suo debutto dopo il recentissimo ingaggio: «Peccato per la sconfitta, maturata solo negli ultimi venti minuti, non siamo stati troppo pericolosi ma abbiamo retto bene il confronto con una squadra di categoria ed esperienza internazionale superiore. Quanto ai tre debuttanti, bene Modenesi ed Herrera, Gunnarsson andrà valutato meglio nel suo ruolo naturale a metà campo.»

19.02.2005 - UN DEBUTTO SENZA EMOZIONI

La storia inizia con uno 0:0 sul campo di All Blacks 05, senza mai rischiare in difesa, pungendo poche volte e controllando il centrocampo. I primi undici sono: Pastore; Dusi, Piana, Modica, Kotromagias; Rivaben, Arfè, Blugaro, Grazioso; Schiavone, De Maio.
In attesa della guida tecnica, l'impressione è quella di una squadra solida e con un interessante potenziale.

 
© Real Rizzo 1996. Inopinatamente fondato il 02.02.2000. Tutte le immagini ed i testi appartengono al sito e ai suoi realizzatori.