STAGIONE 35
 













SERIE VI.187

CFlamentogue Kavu1:0
TSuperbroio FC4:0
CGensomaden5:1
TReal Panzarotto1:3
CAS Brancaleone5:0
TMantova 4ever3:3
CSpezia Cosmic Boys10:0
TSpezia Cosmic Boys8:0
CMantova 4ever2:1
TAS Brancaleone0:2
CReal Panzarotto2:5
TGensomaden4:1
CSuperbroio FC4:1
TFlamentogue Kavu2:3

CLASSIFICA

1Real Panzarotto42
2Tøftinghia28
3Mantova 4ever26
4AS Brancaleone26
5Flamentogue Kavu22
6Superbroio FC14
7Gensomaden6
8Spezia Cosmic Boys0

COPPA ITALIA

TProte's Team3:0
TSchizzo FC0:1

ROSA

#GiocatoreEtàPrRt
1V.Fraulini2416-21
4A.Gluckman28165
5W.Guo Hong22123
6F.Marassi316 
7D.Rivaben282 
8M.Abildgaard28152
9R.Pezzuti181310
10G.Arfè2851
12C.Gitti27  
13O.Foga2181
14A.Ilkka1971
15V.Shved27133
16C.Paciotti24122
18F.Bahrani1875
19M.Schiavone3142
20T.Tunev18104
21E.Di Gennaro25147
22A.Sotiriadis1885
23V.Beltramme2152
24J.NuNu183 
29R.Neacsu3441
All. D.Gale

08.06.2008 - PER ORA ILOZZIR SMANTELLA

Terminata la stagione con l'ininfluente sconfitta 2:3 contro Flamentogue Kavu e la doppietta di Bahrani, il "rompete le righe" vale per i giocatori ma non per la dirigenza.
In attesa dell'annunciato cambio sulla panchina, con Gale che lascerà dopo 5 stagioni, tutte in Sesta serie ma da allenatore meno vincenete della storia della società - per l'aumento della competitività, beninteso - coi galloni operativi è direttamente pres Ilozzir. Che per ora incassa.
Il primo a salutare è Akis Sotiriadis: l'attaccante Greco termina le sue prime due implumi stagioni passando in Sesta serie Spagnola per 1.224.000 €. Per lui 17 presenze e 7 reti.
Poi, due cessioni clamorose: la prima è quella di Foga, motivata da Ilozzir con la "retrocessione" di Arfè in difesa e la contemporanea promozione di Beltramme. Sta di fatto che Oddone parte dopo 41 presenze e 1 rete, fruttando 1.938.000 €.
Poi, l'addio più doloroso e storico è quello di Valentino Fraulini. Anche lui arrivato 5 stagioni fa, sempre titolare, lascia dopo 81 gettoni e 110 reti incassate. Vola a una neopromossa in Quinta serie per 1.632.000 €.
Ora, ci si attende che tante cessioni valgano l'attesa di qualche acquisto col botto.

24.05.2008 - PEZZUTI SEGNA E SORPRENDE

È un violento acquazzone a salutare l'ultima esibizione di stagione alla ST&AP Area, con molti obbligati spazi vuoti. La vittoria sigilla il secondo posto finale e stacca al presidente Ilozzir la promessa di una campagna acquisti per tentare definitivamente il salto in Quinta serie. Magari stabilmente.
Intanto, mentre la squadra a centrocampo si raduna e saluta i 28 mila intirizziti spettatori, la delegazione del tifo organizzato consegna a bordo campo le due targhe per il miglior "tosaerba" under 20 e il miglior giocatore in assoluto. A ricevere il riconoscimento sono Pezzuti fra i giovani (battendo la concorrenza di Tunev e dei meno costanti Sotiriadis e Bahrani) e Gluckman fra gli over, anche se lo stesso Pezzuti ha conteso fino all'ultimo al Canadese e a Paciotti la palma di re della stagione.
Sabato prossimo chiusura nel Lazio e rompete le righe di stagione.

17.05.2008 - GLUCKMAN SPINGE TØFTINGHIA VERSO IL SECONDO POSTO

Dopo due partitacce con altrettante sconfitte, Tøftinghia strappa i 3 punti del probabile consolidamento del secondo posto nel girone. La trasferta a Sassuolo contro Gensomaden chiude i giochi anche per la retrocessione, dopo che sempre i "tosaerba" erano stati arbitri - loro malgrado - della definitiva vittoria nel girone da parte di Real Panzarotto.
Bastano 2 gol di Gluckman nei primi 8 minuti a decidere la partita; solo sul 3 a 0 (Bahrani) si svegliano i Sassolesi, ma Di Gennaro su punizione chiude il conto finale.
Quella di Gluckman, ottima per la seconda piazza in campionato - non succedeva da 9 stagioni di arrivare alle spalle della vincitrice, ma allora dalla Settima si saliva comunque - è l'ennesima grande prestazione di uno dei migliori di stagione, l'unico sempre presente, insieme a Fraulini.

03.05.2008 - TØFTINGHIA, LE SPERANZE FINISCONO QUI

Contro Brancaleone dell'ex Papaloukas si chiudono definitivamente le già flebili velleità di vittoria del girone da parte di Tøftinghia. La sconfitta per 2 a 0 è senza dubbio eccessiva e molto probabilmente neppure equa, ma almeno ha il merito di punire una squadra che nel primo tempo ha scialato le occasioni di andare in vantaggio e ipotecare il secondo posto in classifica, venendo poi punita negli ultimi 20 minuti.
L'equilibrio è assoluto e viene messo in discussione solo da Tunev; il primo tempo si chiude su un soporifero 0 a 0. Nella ripresa Tøftinghia allenta il controllo del campo, le nuvole non lasciano scaldare un'aria che non affatica i giocatori e perciò il calo è tutto tecnico e tattico. Al 69° si chiude la stagione degli uomini di mister Gale: incursione a sinistra di Francisco Caballero (poi espulso a 4 dalla fine per fallo grave) e gol che schianta gli ospiti.
A quattro giornate dalla fine, anche lo scontro diretto di sabato prossimo perde il suo significato e il mirino può già essere spostato alla prossima stagione.

28.04.2008 - VICTORIA (A GOZO E SUL CAMPO)

Di ritorno dalla gita a Malta, paese già visitato dalla squadra per disputare un'amichevole a Mosta nel lontano Marzo 2007, pres Ilozzir si fa raccontare della sofferta ma meritata vittoria contro Mantova.
«Si, mi dicono che il loro gol ce lo siamo segnati da soli» attacca l'illuminato plenipotenziario «ma vabbè se ne può perdonare una ogni tanto a Fraulini. Poi nel secondo tempo abbiamo cambiato passo, mi parlano di un rigore netto non dato e di un super Di Gennaro... non è una novità.»
Visibilmente abbronzato e disteso, il pres ha dolci parole anche per Pezzuti e Abildgaard: «Aaaah, devo dire che quest'anno sono loro la spina dorsale della squadra. Bene bene, bravi!». E con queste dichiarazioni degne di un bambino alla sua prima partita allo stadio, si allontana, stringendo fra le mani due lattine di birra Maltese Cisk.

12.04.2008 - OLTRE OGNI RECORD, MA NON FA TESTO

Tøftinghia-Spezia Cosmic Boys 10 a 0, ma il risultato è buono solo per gli almanacchi. Abbandonata e commissariata da tempo, la squadra Ligure ne ha presi cinque volte 10, una volta 9 e una volta 7. L'analisi della partita si chiude qui - anche prima di cominciare. Annotiamo allora la prima tripletta in carriera per Guo Hong, le doppiette di Pezzuti, Beltramme e Schiavone e il gol di Ilkka.
ll 10:0 di oggi supera nella storia della squadra il 9:0 del 28/05.2005 contro Pro Calcio Posillipo. Schiavone non segnava dal 21/07.2007, nel clamoroso 9:3 contro Real Panzarotto di inizio stagione 33; le reti di oggi aggiornano il suo totale in carriera a quota 50 e 51.
Sabato prossimo si replica a campi invertiti, poi si tornerà a fare sul serio.

22.03.2008 - ANCORA TROPPO GIOVANI PER ESSERE MATURI

Il primo scontro diretto esterno rimpalla a lunga distanza le velleità di conduzione del girone. Per carità, velleità più assegnate dalla classifica e dalle prime 3 giornate, più che dichiarate dai diretti interessati, però la sostanza rimane quella.

15.03.2008 - BRESCO E VINCENTE

Stravolto e rigirato da 2 gin lemon, 2 coca e rum e 3 birre medie, pres Ilozzir arriva allo stadio già sull'1 a 0. Si allontana prima del raddoppio di Paciotti e quando torna dichiara di aver vomitato anche l'anima. Esce nuovamente dall'impianto per poi tornare a 5:1 completato.
«No no, non è che ho sottovalutato l'impegno. È che stavo troppo bresco, vezz. Bresco, brenso, zioppò.»

08.03.2008 - SUPERBROIO-TØFTINGHIA 0:4

Dopo l'ormai canonica e disperatissima uscita prematura dalla coppa, che aveva sollevato parecchi mugugni e perplessità nella gestione da parte di mister Gale, la rivincita arriva forte e tonante dal complesso secondo turno di campionato.
Se martedì la critica maggiore era stata quella di non aver ancora capito che i giovani attaccanti di Tøftinghia non sono ancora maturi per far reparto individualmente, il trainer Inglese torna sui suoi passi e ripropone il tridente Tunev-Pezzuti-Bahrani. 53 anni in 3 ma un fronte d'attacco compatto e arrembante.
A differenza dei "tosaerba", Superbroio è ancora in coppa e dimostra di credere nella sua avanzata, risparmiando la squadra migliore per il turno infrasettimanale. «Abbiamo avuto una gestione opposta, e ad averlo saputo avremmo potuto anche noi pensare di più alla coppa, provando a vincere ugualmente oggi.» - è il commento di Gale in proposito.
Tøftinghia però opera da schiacciasassi e passa al 14° con Abildgaard. Prima di chiudere la partita (56° Pezzuti - primo gol da professionista - e 57° Tunev) ci sono anche le occasioni scialate da Shved e Tunev e l'infortunio di Guo Hong. Ancora Bahrani e Foga, prima del poker di Tunev.
Le parole di pres Ilozzir: «Martedì c'ero rimasto veramente molto male. E non nego che avevo cominciato a pensare che errori così macroscopici nella stesura della formazione potessero essere indicatori di lacune tattiche e di conoscenza della rosa. Oggi però è arrivata una risposta molto positiva, l'11 schierato in maniera intelligente e funzionale. Guardiamo avanti, Gale è perdonato.»

27.02.2008 - IL PRIMO TURNO DEI DEBUTTI

Che debutto per il baby Bahrani, promosso questa stagione dalla squadra giovanile! Schierato titolare nell'attacco under 18 con NuNu e Pezzuti, in 50 minuti segna una doppietta e offre la vittoria per il passaggio del primo turno di coppa. A segno anche un altro debuttante, certo meno emozionato e più avvezzo alle prime volte: al 58° Gluckman infila la punizione del 3 a 0.

25.02.2008 - TUTTO IL MERCATO PER LA NUOVA STAGIONE

A due giorni dalla partenza della stagione con la prima trasferta di coppa, si completano le operazioni di entrata ed uscita per Tøftinghia. Il grande protagonista, reparto sollecitato e cambiato radicalmente, è il centrocampo.
Si inizia dalla partenza di Castro: dopo 62 presenze e 6 reti in 5 stagioni, passa per 629.000 € in Colombia, avvicinandosi anche a casa. Altra sofferta cessione è quella di Amendola: anche per lui numeri da senatore (63 partite e 10 reti in 6 annate), e anche per lui trasvolata oceanica: giocherà nello Sporting Club CMA in Argentina. Ricavati 750.000 €.
A sostituirli, due corposi investimenti: pres Ilozzir decide di andare presantemente in tasca, rompere gli induci e ingaggia: Vyktor Shved, 27enne Ucraino pagato 1.560.700 € e Andrew Gluckman, strappato per 1.650.000 € ai Serbi di Sendeni.

 
© Real Rizzo 1996. Inopinatamente fondato il 02.02.2000. Tutte le immagini ed i testi appartengono al sito e ai suoi realizzatori.