STAGIONE 43
 













SERIE VI.187

CVal Chisone4:0
TBeo 802:2
CGigimilo SCS4:1
TNamisapori8:1
CReal Centro Giano3:3
TSuperbroio FC2:0
CMiciole Ponticío3:0
TMiciole Ponticío0:3
CSuperbroio FC3:0
TReal Centro Giano2:1
CNamisapori4:1
TGigimilo SCS2:3
CBeo 801:2
TVal Chisone1:8

CLASSIFICA

1Val Chisone33
2Beo 8031
3Tøftinghia26
4Miciole Ponticío19
5Gigimilo SCS18
6Superbroio FC16
7Real Centro Giano14
8Namisapori4

COPPA ITALIA

TFC Ego3:2
TPadania Friulana2:0
TRoppardo4:1
TEagle's Team3:0
CReal Argegno1:2

ROSA

#GiocatoreEtàPrRt
1S.Baker3018-29
4S.Rizzoli34  
5W.Guo Hong30191
6A.Barbieri33182
7D.Rivaben362 
8H.von Medem27181
9L.Pastonchi23144
10G.Arfè377 
12L.Gallotti281-2
13V.Beltramme2982
14U.Calarco19122
15B.Del Sal28163
16C.Paciotti32182
17L.De Tandt197 
18D.Zúñiga26186
20S.Gervasio241910
21E.Di Gennaro33195
22R.Fuligni1791
23L.Viani251715
24P.Iaselli19  
29J.Bicek17  
--N.Panella18  
All. J.Lundhsten

19.11.2010 - ARRIVI E PARTENZE

Dopo aver digerito un finale di stagione amarissimo, con 0/2 negli scontri diretti che dovevano indirizzarla in Quinta, o almeno all'ennesimo playoff, Tøftinghia inizia a ricomporre i cocci per la nuova stagione.
Il già giovanissimo reparto di attacco si rinnova ulteriormente con gli arrivi di Dartagnán Hernández, 18enne Uruguaiano da Los Gallos Piojosos (Settima Argentina) per 120.000 €. Il giro del mondo presegue con Amir Hossein Agahi, 17enne Iraniano arrivato da Milen per 148.000 €.
A far loro posto sono due giocatori su cui Ilozzir puntava molto ma che non hanno convinto mai completamente, forse non ancora sbocciati del tutto, forse chiusi dall'enorme talento e rendimento di Gervasio e Viani e quindi annullatisi a vicenda per il terzo spot di attaccante. Leonardo Pastonchi, 55 presenze e 11 reti, passa per 3.209.000 € a FFLV, Quinta serie Italiana.
Umberto Calarco, ancor meno convincente del compare di svuotamento dell'armadietto, con 29 presenze e 5 reti nell'almanacco passa per 1.530.000 € a 380 Volts AC2 in Sesta Portoghese, a Setúbal.

13.11.2010 - TØFTINGHIA VIOLENTATA!

Senza più alcun interesse o possibilità di cambiare la propria classifica, una Tøftinghia svuotata dalla coppia di inattese e nefaste sconfitte che ne hanno decretato l'abdicazione dalla corsa per la vittoria del girone si presenta al cospetto della lanciatissima Val Chisone, meritatamente tornata prima e alla ricerca dell'improbabile promozione diretta.
Basterebbe anche solo un punto ai valligiani per confermarsi primi e vincere il girone ma con una clamorosa coincidenza di avvenimenti anche la promozione diretta sarebbe alla portata. E gli uomini del presidente Ceco ci credono senza porsi limiti, mentre Lundhsten prova a difendere onore e una stagione comunque più che sufficiente attraverso un 3-4-3 molto più difensivo dei numeri che lo rappresentano ed il contropiede.
Una volta tolto il tappo però lo spumante di Val Chisone esce tutto in una volta: ci vogliono 21 minuti - neanche poi troppi - per andare 1:0 e dopo altri 6, 10 e 12 si arriva al 4:0. Tøftinghia è completamente inoffensiva e dilaniata e dopo l'intervallo si arriva facilmente al 6:0 e con la parentesi del gol di Beltramme all'8:1 finale.
Un risultato definito assurdo ed esagerato dal presidente locale ma che entra nella storia di Tøftinghia come la sconfitta più netta di sempre, forse la peggior prestazione - se non in numeri, quanto meno nell'impressione destata.
E dispiace soprattutto perchè verosimilmente segna anche l'ultimo ricordo di mister Lundhsten, vicino all'addio alla panchina (così si dice) con un ultimo risultato che ne macchia la dignitosissima avventura.

30.10.2010 - TØFTINGHIA PERDE LA TESTA

Alla prima giornata degli spareggi finali (alla terzultima Val Chisone-Beo, alla penultima Tøftinghia-Beo, all'ultima Val Chisone-Tøftinghia), Tøftinghia perde già la testa. Mentre dall'altra parte Val Chisone prima certifica il suo rientro in forma (2:0), poi crolla impovvisamente (fino al 2:2), poi riprende definitivamente la vetta della classifica (finisce 4:2), Tøftinghia cade contro Gigimilo e non sfrutta l'unico scontro diretto che non la vede coinvolta.
Lundhsten sceglie di cambiare rispetto alla precedente trasferta contro Real Centro Giano, anche se le due squadre paiono simili e Tøftinghia aveva giocato bene, astutamente, e vinto. La corsa a comandare a centrocampo invece non riesce, nonostante il 3-5-2 e tutti i mediani schierati assieme.
Eppure in 7 minuti succede di tutto e di più, con il vantaggio casalingo, il ribaltamento con Gervasio e Viani e poi il 2:2.
Non succede null'altro, il secondo tempo scivola tranquillo con Tøftinghia anche contenta di restare in testa pur senza allungare e Gigimilo sempre in corsa per la salvezza, ma quando Calarco si divora l'unica occasione del secondo tempo, Gigimilo ribatte e a 6 dalla fine la vince. A nulla serve l'ingresso di Pastonchi - peraltro fuori condizione - per l'assedio finale.
E ora la coppia di sfide agli altri del podio, ma intanto Val Chisone ha già il primo match-point.

16.10.2010 - UN'EBBREZZA INASPETTATA

La magìa si compie al minuto 87, quando il tabellone del Pippodrono di Real Centro Giano proietta un imprevedibile pareggio di Namisapori contro Val Chisone. Appare anche il nome di tal Johnny Grappi, uno dei tanti 17enni alla base della rifondazione dei Lombardi, e per almeno una settimana questo scugnizzo sarà nei cuori dei tifosi di Tøftinghia.
Qui, la squadra di Lundhsten sta vincendo per 2:1 faticando ma meno del previsto - alla vigilia anche un pareggio sarebbe stato bene accetto. Inizialmente orientato a schierare la solita formazione che cerca di controllare e tenere in mano il gioco, il mister Svedese era poi tornato sui suoi passi, rinnegando quando provato in settimana e virando su un 4-4-2 attendista (dentro Beltramme, fuori Pastonchi) e imperniato sul contropiede.
Dalla solita combinazione Gervasio-Viani il gol a pareggiare l'iniziale svantaggio, da una volata in contropiede di Calarco il 2:1 e metà secondo tempo.
Con 4 punti mangiati a Val Chisone proprio nel momento di peggiore forma e condizione, Tøftinghia trova quindi la testa solitaria della classifica, in cui Beo 80 ora è seconda a 1 punto e rischia - silenziosa - di essere colei che ne approfitterà quando all'ultima giornata ci sarà il redde rationem fra Val Chisone e Tøftinghia.

02.10.2010 - CROLLO E CONTRO-3:0

Senza Paciotti squalificato e a conclusione di una settimana di allenamenti pubblicamente definita "oscena" da Lundhsten, arriva la prima stangata di stagione per Tøftinghia, che in classifica viene agganciata da Beo 80 e graziata da Val Chisone, fermata sul pareggio e stoppata nella fuga.
Per la rivincita dal 3:0 di sette giorni prima, oltre alla difesa senza il pezzo pregiato anche il centrocampo arriva incerottato, con D.Zúñiga e von Medem affaticati e Barbieri in continuo declino fisico. Nella prima mezzora Miciole prova e poi quando sfonda entra 2 volte nel giro di pochi minuti. Sùbito, dal 3-5-2 difensivo passa al 4-4-2 infoltendo la già bassissima difesa.
Tøftinghia è anche sfortunata: la scelta di Lundhsten per rimettere in sesto la gara (Calarco per Barbieri all'intervallo) si annulla bruscamente dopo 20 minuti, quando l'ala si rompe e viene sostituita da Fuligni, che messo esterno alto non combina nulla di utile.
Gervasio ha un paio di occasioni ma sono tutte tardive e prima del 90° arriva solo il terzo gol, per il contro-3:0 di settimana prima. Auguri.

23.09.2010 - THERE IS A LOT OF FROG

Cessione inaspettata per Tøftinghia: Lucien De Tandt, tanto atteso nelle precedenti stagioni e in odore di fioritura definitiva in questa, viene venduto a Trinity Bilisayar AS, squadra Turca di Terza serie, per 1.021.000 € (tre stagioni fa era costato circa un terzo).
Caso unico, De Tandt non ha mai segnato in gare ufficiali - 17 in totali, 7 su 11 in questa prima metà di stagione in cui era tenuto in buona considerazione in rosa. Altri giovani attaccanti in precedenza erano stati ceduti senza aver mai gonfiato la rete, ma anche senza aver mai debuttato in prima squadra: Vekua, Hollerbach, Halen e Pironti, questi ultimi due ceduti direttamente dopo la fine della carriera giovanile.

19.09.2010 - UNA GRANDE SQUADRA REAGISCE SÙBITO

Dopo le due sfortunate partite di Coppa e campionato, con solo un pareggio raccolto e ben 5 gol incassati, vero neo nelle due prestazioni, altrimenti molto positive ad eccezione delle distrazioni difensive, Tøftinghia reagisce di colpo prendendosi lo scalpo di Superbroio, lanciata in testa alla classifica e solitamente solida e arcigna.
La partita si mette sÙbito bene con il gol di Guo Hong al 3°, ma è il mantenimento del vantaggio a fare la differenza, questa volta. Solo qualche minuto fra il 32° ed il 38° fa aumentare lo sforzo difensivo degli uomini di Lundhsten, che però reggono e respingono gli assalti anche prima di doversi affidare a Baker. La sicurezza del ritorno alla vittoria arriva nel secondo tempo, quando Gervasio si inventa una clamorosa discesa a destra, travolgendo ali e terzini avversari, rientra e offre a Viani l'appoggio più facile della sua carriera.
Per Viani è l'ottavo gol in stagione e anche in campionato, capocannoniere solitario; per Gervasio la dimostrazione che il rinnovato interessamento degli osservatori della Nazionale è ben riposto. Per una nuova maglia azzurra si attende con fiducia.

07.09.2010 - AMARA RICORRENZA

È amara e pure immeritata la trecentesima partita ufficile di Tøftinghia. La ST&AP Area è completa e vestita a festa, il rivale Real Argegno è di Quinta serie (qualcosa magari vorrà dire?) (ma magari no) e fa sognare e anche sperare. Pastonchi al 37° porta avanti Tøftinghia, dopo altre incursioni stoppate.
Il brivido però dura poco: in 4 minuti Tøftinghia viene ripresa e da lì perde il lustro offensivo, nel secondo tempo incassa l'1:2 finale e non torna più in linea di galleggiamento. Senza meritarlo, il numero tondo risulta essere dispari e indigesto.

05.09.2010 - VACANZE VINCENTI

Ancora una volta Ilozzir prende e lascia la dirigenza della società, andando a zonzo per l'Europa (il mondo) (la galassia). E al ritorno trova (ma lui assicura di aver gestito anche da lontano le sorti della squadra: suggerito mosse, approvato formazioni, tiranneggiato al solito) quattro vittorie complete.
4:1 e 8:1 in campionato (l'ultima partita contro Namisapori, dichiaratamente in fase di rinnovo per prospettive di ripartenza dalla serie più bassa) e 4:1 e 3:0 in Coppa. Un meraviglioso quinto turno, da giocare in casa contro Real Argegno, formazione di Quinta.
Tøftinghia per ora marcia alla grande, Ilozzir, resta pure in vacanza!

07.08.2010 - PRIMA SETTIMANA DI MERCATO

A tre giorni dal debutto nella stagione 43, Tøftinghia è ancora indietro con le operazioni di mercato. Rispetto alla scorsa stagione solo il giovane Fuligni, neo 18enne promosso dalla giovanile, rimpolpa la prima squadra, mentre ancora si attende l'innesto di almeno un elemento di spessore.
Intanto è stato ceduto Fabrizio Muci che a 33 anni suonati lascia la squadra dopo 60 presenze e 12 reti, per andare a Jurques, Settima serie di Francia, ceduto per 303.000 €.

 
© Real Rizzo 1996. Inopinatamente fondato il 02.02.2000. Tutte le immagini ed i testi appartengono al sito e ai suoi realizzatori.