STAGIONE 50
 













SERIE VIII.293

CAS Rastaman1:1
TReal Palese3:0
CFC Real Pulitici2:2
TAS Lupacchiotti3:1
CFacocero5:0
TLibertà 1081:1
CSimoncelli HRC Team0:0
TSimoncelli HRC Team2:5
CLibertà 1083:1
TFacocero5:1
CAS Lupacchiotti4:0
TFC Real Pulitici2:1
CReal Palese2:1
TAS Rastaman3:0

CLASSIFICA

1AS Rastaman32
2Tøftinghia31
3AS Lupacchiotti30
4Simoncelli HRC Team27
5Libertà 10820
6Facocero9
7Real Palese6
8FC Real Pulitici4

COPPA ITALIA

CImps4:2
CTulipans Returns3:2
CAC Golgota4:2
CSpamdoria1:5

ROSA

#GiocatoreEtàPrRt
1S.Miradercole282-3
4S.Rizzoli41  
5W.Guo Hong37172
6A.Barbieri4041
7L.Viani32146
8D.Zúñiga33188
9L.Zintel19143
10G.Arfè44  
13B.Southall18154
14R.van Cleef26184
15B.Del Sal35174
16C.Paciotti39161
17K.Ranum3961
18A.Maradzhiev29184
21E.Di Gennaro406 
22L.Rivolta2716-22
23M.Faruq1864
24R.Shah18  
25P.Congestrí27175
26G.Loforese22  
27C.Shengyi1891
28M.Lengkeek184 
29A.Armati23  
30C.Butta17  
31K.Erulanov174 
All. A.Barbieri

05.01.2013 - LO SFORZO FINALE NON BASTA (PER ORA)

Diciotto punti su ventuno nel girone di ritorno, sei vittorie consecutive, ma non basta. Lo si sapeva già da sabato scorso e dal mancato stop di Rastaman da parte delle altre squadre.
A conti fatti però Tøftinghia arriva seconda con 31 punti - quota solitamente sufficiente per una vittoria agevole - in un girone molto combattuto nelle prime 4 posizioni, per colpe sue. Gridano vendetta i pareggi casalinghi contro Real Pulitici (che alla fine conta solo 4 punti in tutta la stagione e ben 12 sconfitte) alla terza e contro Simoncelli HRC all'ultima di andata.
Sette giorni dopo la prima e unica sconfitta a peggiorare il rammarico per tutti quei punti persi contro una sola squadra, alla fine arrivata quarta.
Lo scalpo di lusso all'ultima giornata rende Tøftinghia la formazione meno battuta del girone e rimette in pari i gol subíti per partita (14). Ma non basta chiaramente a sistemare i rimpianti.
Sfuggita la promozione diretta resta la possibilità di salire in Settima per le retrocessioni d'ufficio di squadre nelle serie superiori. Tøftinghia è sicuramente una delle migliori seconde fra tutti i gironi ed in rampa di lancio per il ripescaggio; Ilozzir non si dimostra però particolarmente convinto: «A essere onesto, sarei quasi contento di restare in Ottava e non essere ripescati. Vorremmo vincerlo, questo campionato, e non salire per la mancata iscrizione di qualcuno da sopra e comunque rimanere in Ottava una stagione di più non sarà traumatico. Abbiamo dimostrato di saper sfruttare il sorteggio casalingo per la Coppa e di riuscire a bilanciare bene il doppio impegno per quasi un terzo di stagione. Certo, visto che siamo arrivati secondi, margini per operare meglio ci sono.»

27.12.2012 - ARFÈ SI RITIRA

Non giocava una partita ufficiale dalla stagione 45 e per molti si era già ritirato da tempo. Eppure Gianfranco Arfè era ancora lì: in panchina quando serviva (sempre più di rado), in trasferta e nella riunione prima di entrare in campo.
Difficile ritagliarsi ancora uno spazio a 44 anni compiuti e con l'ultima gara giocata 5 lontane stagioni prima e allora in chiusura dell'anno solare arriva anche l'addio dell'ultimo giocatore della prima Tøftinghia della storia.
194 presenze e 42 gol in 16 stagioni di militanza, 8 campionati vinti e 4 retrocessioni. I trionfi della squadra sono stati i suoi momenti di gloria, le difficoltà della società le sue sofferenze.
Arfè resta nell'organico di Tøftinghia con compiti di segreteria, a far da tramite fra il campo e la dirigenza - lui che sempre è stato un regista (di ruolo in campo e occulto fuori). La sua maglia numero 10 viene - ca va sans dire - ritirata ed inserita nella Hall of fame.

22.12.2012 - LENG-CHI?

Attaccante senza gol da raccontare, Mischa Lengkeek lascia Tøftinghia con lieve anticipo sulla fine della stagione ed il relativo calciomercato.
La sua cessione, tutt'altro che dolorosa, fa entrare nelle problematiche casse societarie 599.000 € necessari a tamponare un bilancio costoso che per ora non sta portando alla promozione in Settima serie.
Lengkeek vale comunque una plusvalenza pressochè totale visto che era arrivato al costo minimo di 1.000 € del solo gettone di trasferimento, ora la sua crescita proverà a proseguire - magari con miglior fortuna - nei bassifondi dell'Ottava serie di Romania, a FC Scuderia Ferrari Cluj.

10.11.2012 - ANCORA DOWN-UNDER (INDAGINE SUI GRANDI EX - 2)

Era poco più di un anno solare fa quando Stewart Baker lasciava la porta di Tøftinghia. Sembra passata una vita.
Pare brutto dire che dopo di lui è sceso il diluvio, visto che il suo successore Miradercole è ancora in rosa - fortunatamente come dodicesimo - ma la verità è questa ed è innegabile.
Ceduto in Sesta Spagnola a Gorlizteam, Baker si deve essere trovato bene perchè lo ritroviamo ancora dove lo avevamo lasciato. E la squadra stessa è ancora nella stessa categoria e girone.
Felice titolare a 37 anni, l'Australiano pare ancora il solidissimo difensore della porta che conoscemmo qui nelle sue 182 ricche presenze.
L'altro - il primo - Austrialiano da libro dei ricordi è Griffin Lawrance. Il primo allenatore della storia di Tøftinghia!
Lawrance compirà 79 anni fra un mese e si gode la meritata pensione nella sua terra natale.

10.11.2012 - GERVASIO COSA DICE? (INDAGINE SUI GRANDI EX - 1)

Lontani dal precipizio dell'Ottava serie, come se la passano i grandi ex di Tøftinghia? Indagine a ritroso e in ordine sparso su alcuni talenti o semplici comparse che in qualche modo hanno lasciato il segno.
La partenza è obbligata: Stefano Gervasio. Il primo - e finora unico - giocatore che Tøftinghia ha portato ad una nazionale, il talento pił puro nato dalla filiera delle giovanili e dei campi d'allenamento di Tøftinghia. Era l'alba della scorsa stagione, in tempo però per fargli assaggiare uno spinoso prato di Settima, quando Ilozzir riconosceva che trattenere Gervasio fosse un castrante delitto alle ambizioni del ragazzo (e qualcosa avrà inciso anche la necessità di far cassa) cedendolo ai campioni di Moldavia.
Non certo la Premier League, va riconosciuto, ma comunque una squadra in grado di sollevare trofei. La prima stagione di Gervasio è da vice di tutto. Secondo in classica marcatori con 11 reti (a 13 l'Azero Telman Memmedov di Defenders), secondo in campionato con la sua Adonai dietro a FC Prototip.
Quest'anno le cose andranno certamente meglio: Adonai a neanche metà stagione è prima a punteggio pieno e +6 sulla seconda e Stefano ha già segnato 5 reti in campionato, l'ultima nel 3:0 contro Arsenal FC, e altrettante in Coppa.
C'è poi la prestigiosa vetrina degli Hattrick Masters, dove Adonai entra al secondo turno uscendo subito con la sconfitta 0:1 con i Peruviani di Franko Canadiense. Gervasio gioca 90 minuti ma non incide e a decidere il passaggio del turno è il gol a 15 dalla fine di Juan Domingo Parco de la Cruz.
Lasciata Tøftinghia, Gervasio e la Nazionale non si sono più incontrati.

 
© Real Rizzo 1996. Inopinatamente fondato il 02.02.2000. Tutte le immagini ed i testi appartengono al sito e ai suoi realizzatori.